Incentivi Industria 4.0 previsti sulle macchine utensili per il 2021

Nelle bozza della Legge di Bilancio vengono confermate le agevolazioni Industria 4.0 macchine utensili con un miglioramento delle aliquote applicate

Con l’uscita della bozza sulla nuova Legge di Bilancio, sono state confermate le agevolazioni Industria 4.0 per tutto l’anno 2021 anche per la categoria di macchine utensili. Trattandosi di una prima bozza, dobbiamo attenderne l’ufficialità a cavallo del nuovo anno.

Cosa cambia rispetto alla vecchia Legge di Bilancio?

Nuove aliquote per gli investimenti Industria 4.0

Per gli investimenti Industria 4.0 dal 16 novembre 2020 fino al 31 dicembre 2021; ovvero entro il 30 giugno 2022, a condizione che entro il 31 dicembre 2021 il relativo ordine sia accettato dal venditore e risulti avvenuto il pagamento di un acconto pari almeno al 20% del costo d’acquisto, le nuove aliquote subiranno le seguenti modifiche:

Beni materiali

  • 50% dei costi, per gli investimenti fino a 2,5 milioni di Euro
  • 30% dei costi, per gli investimenti da 2,5 milioni a 10 milioni di Euro
  • 10% dei costi, per gli investimenti da 10 milioni a 20 milioni di Euro

Beni immateriali, l’aliquota sarà pari al 20% dei costi, per investimenti fino a 1 milione di Euro

Per tutti quei beni materiali ed immateriali tradizionali (non Industria 4.0) si prevede un’aliquota del 10% dei costi, per investimenti pari a 2 milioni di Euro riferiti a beni materiali e pari a 1 milione di Euro per beni immateriali.

 

A partire dal 01 Gennaio 2022, le aliquote torneranno alle percentuali già previste per il 2020.

Image-Industry-4.0

Ulteriori novità previste della Legge di Bilancio 2021

Cambiano i termini di godimento del credito d’imposta, il periodo minimo di compensazione viene ridotto dagli attuali 5 anni a 3 anni a partire dall’anno in cui è avvenuta l’interconnessione, nel caso di beni Industria 4.0, oppure dall’anno di entrata in funzione in caso di beni tradizionali.

Le piccole medie imprese (PMI) con ricavi inferiori ai 5 milioni di Euro, che effettuano investimenti entro il 31 dicembre 2021, possono compensare in un’unica soluzione, a partire dal 16 novembre 2020.

In merito alla Nuova Sabatini, si è deciso che il contributo a fondo perduto verrà erogato in un’unica soluzione indipendentemente dall’importo.

Il credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione di PMI, attualmente previsto fino al 31 Dicembre 2020, è stato prorogato fino al 31 Dicembre 2021.

La nuova Legge di Bilancio per l’anno 2021 ha l’obiettivo di aiutare le imprese italiane che vogliono rinnovare il proprio parco di macchine utensili ed investire in beni Industria 4.0.
Non perdere questa opportunità e sfrutta gli incentivi per rinnovare la tua azienda e trasformarla nell’impresa del futuro!

Tutte le macchine utensili nuove da noi rappresentate sono predisposte per Industria 4.0.

Per maggiori informazioni su come attivare in pratica Industria 4.0 e quali sono i requisiti necessari per beneficiare dell’incentivo, leggi qui il nostro articolo di approfondimento oppure contattaci compilando il form e risponderemo a tutte le tue domande.